Importanti movimenti sono destinati a modificare il panorama degli italiani. In Italia infatti sono presenti ben 48 scali, molti dei quali di dimensioni troppo piccole per soddisfare le attuali esigenze delle compagnie aeree. Non solo, a livello di società di controllo si sta assistendo ad alcune fusioni che stanno significativamente riducendo il numero di attori. All’unione già realizzata tra gli scali di Pisa (Sat) e di Firenze (AdF), che hanno dato vita a Toscana Aeroporti, dovrebbero seguirne altre. L’obiettivo dichiarato nel Piano Nazionale del governo è quello di “razionalizzare il settore”, individuando “dieci bacini di traffico omogeneo, secondo criteri di carattere trasportistico e territoriale”. In quest’ottica l’esecutivo ha indicato tre scali internazionali (Fiumicino, Malpensa e Venezia) e 12 strategici (Malpensa, Torino, Venezia, Bologna, Firenze/Pisa, Fiumicino, Napoli, Bari, Lamezia Terme, Catania, Palermo, Cagliari).

I componenti e sistemi di SEW-EURODRIVE garantiscono in diversi aeroporti del mondo una logistica affidabile ed efficiente. Per conoscere le soluzioni innovative dell’azienda visita il sito www.sew-eurodrive.it

 

Nessun commento

Lascia un commento